NOASnews: Nuova gemma - NOASnews2018

Vai ai contenuti

NOASnews: Nuova gemma

NOASnews > 2018
Domenica 14 ottobre, due ore dopo la fine del giorno, una Luna di due giorni è adiacente a Saturno nel Sagittario. Lo scarto apparente tra i due è di 4 gradi. La luminosità del crescente è sempre più abbagliante e la luce cinerea diviene sempre più difficile da vedere ad occhio nudo, sulla parte notturna del globo lunare. I due astri sono a piombo sull'orizzonte sud-sud-ovest, a 5° di altezza. Facili da reperire anche con la polluzione luminosa delle nostre periferie. Gli anelli di Saturno sono ancora ben inclinati e si prestano all'osservazione telescopica, come evidenziato nel grafico. Il Gran Finale della missione Cassini-Huygens ha fornito ulteriori informazioni scoprendo veri e propri acquazzoni, con notevoli quantità di materiale in caduta dagli anelli verso il pianeta. Gli acquazzoni includevano oltre l'acqua, molecole di butano e propano: il tipo di sostanze chimiche che potresti usare per una grigliata o un fornellino da campeggio. La qualità e la quantità dei materiali che gli anelli riversano nell'atmosfera ha sorpreso gli scienziati e a stimolato nuove domande:«Come ottiene anelli un pianeta? Qual è il tempo di vita di un anello? C'è stato un tempo in cui Saturno non ne aveva? Anelli e pianeta sono nati dalla nebulosa collassata dal mezzo interstellare che ha formato tutto il Sistema?» Quesiti cui rispondere in futuro.

Ottimizzato per smartphone, R. Matera 2015
Torna ai contenuti