Tra le nebulose - NOASnews2020

Vai ai contenuti

Tra le nebulose

NOASnews > 2020
Martedì 18 febbraio all’alba, un’ora e mezza prima dell’ingresso del Sole nell’arena diurna, l’arco di Selene è a meno di 4 gradi da Marte. Potrete apprezzare la luce cinerea della porzione notturna della Luna. Dopo l’incontro lunare del mese scorso, Marte è scivolata lungo l’eclittica a sud di Ofiuco e si appresta ad entrare nel Sagittario. L’occasione è ghiotta perchè il pianeta rosso viene a trovarsi a cavallo di due spettacolari nebulose: la Trifida a nord, la Laguna a sud. La Trifida è una  nebulosa a emissione, cioè una grande massa di gas ionizzato da stelle molto calde interne o vicine ad esso, che lo eccitano ad emettere radiazione. Il diametro della nebulosa sembra essere di circa 30 anni luce. La Laguna anch’essa è una nebulosa a emissione distante 6500 anni luce e associata a un ammasso aperto; essa contiene un certo numero di piccole masse scure, note come “globuli di Bok” in onore di Bart J. Bok, l’astronomo olandese che per primo attirò l’attenzione su di essi; si ritiene che siano embrioni stellari. Il punto rosso del pianeta può essere utile per individuarle; naturalmente occorre un binocolo per trovare le due “tacche” cotonate in un cielo limpido. (200218)
Ottimizzato per smartphone, R. Matera 2015
Eventualmente disponi orizzontalmente
Torna ai contenuti